L’automobile dei miei genitori

Nei primi pensierini ti ho parlato della mia famiglia e degli animali che avevamo, ma, per completare il quadretto, posso parlarti della nostra automobile.

Per farlo, però, devo prendere in prestito un pensierino scritto da mia sorella, visto che nei miei non è mai stata citata.

L’automobile dei miei genitori è una Diana.

E’ di color arancione, a me piace tanto, perché non è né grossa né piccola.

La macchina è così: ha quattro portiere, il volante rotondo, in mezzo aveva il clacson, ma si è rotto; dove è attaccato il volante c’è un piccolo affare che serve per accendere la lucina dietro.

Se si accende a destra o a sinistra significa che deve voltare a destra o a sinistra; dietro ha il baule, in cui vado molte volte a giocare.

I giorni che va più in giro è quando mio papà deve andare dal suo amico di lavoro a portargli dei lavori fatti; questo signore si chiama Carlo ed ha due figli.

La macchina è stata acquistata da Mauro, il fratello di mio papà. Mauro l’ha data a mio papà, perché lui ne comprava un’altra.

Mio zio ha voluto tre o quattro milioni. E’ da nove o dieci anni che l’abbiamo.

Adesso è dal meccanico, perché si sono rotti i freni.

A me dispiace, perché per qualche giorno non posso fare dei giretti.

La macchina si riposa nell’autorimessa.

Fidenza 23 gennaio 1985

Io ricordo con piacere i viaggi fatti con la Diana, perché era molleggiata e noi bambine dietro saltavamo su e giù.

Spesso mia sorella andava nel baule e a volte c’era il cane.

Tu hai ricordi dell’auto con cui andavi in giro da bambino?

auto Dyane6 - foto di Susanna Albini

pensierino sull'auto Dyane 6

pensierino sull'auto Dyane 6

pensierino sull'auto Dyane 6

#dyaneautomobile

#duecavalli

#ipensieriniritrovatinellamiacartella

Annunci

4 thoughts on “L’automobile dei miei genitori

  1. Quando ero bambina (e fino a quando è andato in pensione), mio padre usava l’auto per lavoro così la cambiava molto spesso, ogni 2 o 3 anni. Non mi sono mai affezionata ad un’auto forse per questo motivo… nemmeno alla mia prima macchina!
    Ricordo però che mi sdraiavo sul sedile posteriore, con la 500 stavo in piedi sul sedile con la testa fuori dalla capotte (mia mamma l’ha scoperto un paio d’anni fa)…
    Anche a me è capitato di stare nel baule… peccato che avessi 20 anni! Mio padre aveva comprato per lavoro un’auto furgonata, di quelle a due posti… così, se capitava che si era in 3, io finivo nel baule. Le cinture di sicurezza erano già obbligatorie! ahahahahaha

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...