Gli ultimi giorni di vacanza

Oggi è ricominciata la scuola e ben 35 anni fa mi stavo godendo gli ultimi sgoccioli delle vacanze estive.

A dir il vero pare non fossi così dispiaciuta di dover rientrare a scuola…

Sono gli ultimi giorni di vacanza, quasi quasi sono contenta così non sento gridare la mamma:

“Susanna fai un pensierino, che sono passati già tre giorni”.

Fidenza, 11 settembre 1981

Il dover fare i pensierini è sempre stata la mia spina nel fianco, non ho mai amato scrivere, mi sentivo priva di fantasia per poter “comporre” qualcosa di unico ed avvincente da leggere.

Mi sembra ancora di rivivere il momento in cui mi ritrovavo davanti al foglio bianco con la speranza mi venisse una folgorante ispirazione geniale:)

Tra l’altro il mio dono di sintesi non mi ha mai aiutato, arrivo sempre troppo velocemente al sodo senza arricchire con dovizia di particolari la narrazione.

A mio favore spezzo una lancia, dicendo che, rileggendo oggi tutti i miei pensierini delle elementari, un pizzico di fantasia credo di avercela messa, condita da un’ingenuità disarmante.

Che ne dite?

Come vi sentivate e che emozioni provavate durante gli ultimi giorni di vacanza, prima di ricominciare la scuola?

P.S. Durante le vacanze estive di prima elementare ho dovuto scrivere ben quindici pensierini, non pochi, a mio parere:)

pensierino di prima elementare sulla fine delle vacanze estive

#vacanze

#scuola

#pensierinidelleelementari

#ipensieriniritrovatinellamiacartella

 

Annunci

6 thoughts on “Gli ultimi giorni di vacanza

  1. Da un lato ero felice di rivedere i miei amici, di avere qualcosa da fare… perché, una volta tornati a casa dal mare, i miei tornavano a lavorare ed io ero a casa da sola tutto il giorno (tornavano solo per pranzo)… e mi annoiavo!
    Così, spesso, finivo per passare il pomeriggio con mio papà…
    Chiaramente non sto parlando di quando avevo 6 anni (a quell’età venivo parcheggiata dagli zii), ma qualche anno dopo, dagli 8 anni in poi per intenderci.

    Liked by 1 persona

  2. Ci credo che non ti piacesse stare da sola, poi d’estate. Per fortuna io avevo la fortuna di trascorrere parte dell’estate in campagna, in colonia al mare e a casa in cortile veniva sempre qualche amichetta e poi c’erano sempre mia sorella e mia cugina, ma durate il periodo scolastico eravamo in tanti, una “banda”e mi divertivo ancora di più:)

    Liked by 1 persona

  3. A giugno partivo subito dopo la fine della scuola e andavo da mia nonna, ma dopo il mare, verso il 20 agosto, tornavamo a casa e poi mia mamma il 1° settembre ricominciava a lavorare. Ecco, quei 15 giorni di settembre erano noiosissimi perché la mia amica (la mia vicina di casa) aveva la mamma casalinga, quindi lei tornava anche qualche giorno dopo l’inizio della scuola

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...