La famiglia Addams

In questa serata da brividi condivido un ricordo del passato, la sigla della Famiglia Addams, programma molto seguito da noi bambini.

Non era proprio un telefilm del terrore, ma l’atmosfera ed i personaggi lo rendevano suggestivo.

Era ricco di particolari e di aneddoti fuori dal comune, veramente originali.

Guardavi la Famiglia Addams? A me piaceva e mi piaceva molto il vestito di Morticia Addams.

La cosa divertente era che tenesse gli steli delle rose con le spine senza il fiore… Idea semplice, ma geniale, secondo me.

Qual era il tuo personaggio preferito?

Se ti piacciono i telefilm, puoi rivedere anche:

#famigliaaddams

#siglafamigliaaddams

#ricordidelpassato

#ipensieriniritrovatinellamiacartella

Annunci

Festa del gatto

Negli Stati Uniti ieri è stata la giornata dedicata alla festa del gatto ed in questa occasione voglio ricordare la gatta che avevo quando ero bambina, si chiamava Lilli.

In questi pensierini fatti in terza elementare puoi leggerne la sua descrizione:

la mia gatta – prima parte

la mia gatta – seconda parte

Qua puoi conoscere anche i miei gattini che sono nati da Lilli.

Ti piacciono i gatti? Ne hai avuti quando eri bambino? Come si chiamavano?

#festadelgatto

#gatto

#ipensieriniritrovatinellamiacartella

Le foglie

Alle elementari era frequente fare degli esperimenti ed osservare degli animali che i bambini portavano in classe e, sicuramente, ti sarai dovuto cimentare anche tu a fare un disegno come questo:

L foglie - disegno-delle-elementari-di-Susanna-Albini

Era un classico dover portare delle foglie raccolte in giro da copiare sul foglio da disegno.

Il bello era indovinare di che albero fossero 🙂

Mi aiuti a dare il nome alle foglie del mio disegno?

Sinceramente non me ne viene in mente neanche una…

Una chiocciola

L’altro giorno vi ho raccontato di aver fatto il vino in classe con un grappolo d’uva portato da una mia compagna.

Oggi, invece, abbiamo avuto un “ospite” da osservare.

Eddi ha raccolto una chiocciola sopra un muretto.

L’ha portata in aula.

La chiocciola ha girato per un po’ sopra il banco, poi si è rifugiata in mezzo ai ricci e alle foglie di castagne.

Questa mattina l’abbiamo trovata chiusa e ben attaccata a una foglia.

Forse vorrà andare in letargo nell’aula.

Fidenza 23 ottobre 1981

Alle elementari capitava spesso che i bambini portassero animali o cose da studiare tutti insieme in classe.

Una volta ricordo di aver portato una scatola con dentro una grossa farfalla che aveva catturato mia nonna su una siepe ed un’altra volta un riccio che “abitava” nel mio orto.

Vi ricordate di aver portato in classe qualche cosa di particolare o qualche animale da guardare?

pensierino di seconda elementare di Susanna Albini - Una chiocciola pensierino di seconda elementare di Susanna Albini - Una chiocciola

#chiocciola

#farfalla

#nonna

#ipensieriniritrovatinellamiacartella

Abbiamo fatto il vino

In autunno non si può pensare di non fare il vino, anche noi bambini delle elementari non ci siamo astenuti:)

Michela questa mattina ha portato un grosso grappolo d’uva.

Due compagne hanno schiacciato gli acini e li hanno messi in due bicchieri.

Il mosto deve fermentare.

Fidenza 8 ottobre 1981

Ricordo che alle elementari era frequente fare degli “esperimenti”.

Una volta ci hanno fatto mettere un fagiolo tra due batuffoli di cotone umidi per farlo germogliare.

L’intento era di farci vedere come nascono le piante e con l’obiettivo di insegnarci a prendercene cura.

Peccato che il pollice verde in me non abbia “attecchito”, però il fagiolo era germogliato, lo tenevo sul davanzale della finestra per fargli prendere la luce e aveva fatto delle foglioline tenere e di un verde chiarissimo.

Avete memoria di qualche esperimento fatto alle scuole elementari?

Quale vi era piaciuto di più?

pensierino di seconda elementare di Susanna Albini - Abbiamo fatto il vino

#vino

#esperimentoelementare

#ipensieriniritrovatinellamiacartella

La lettera S – Le prime parole scritte, ricordo del passato

Oggi ti presento una pagina in cui ho scritto per la prima volta la parola sole in prima elementare:

sole-prime-parole-scritte-alle-elementari-di-susanna-albini

Non avevo ancora acquisito una gran padronanza della biro, ogni parola è diversa dall’altra:)

Puoi fare un piccolo viaggio indietro nel tempo sui banchi di scuola rileggendo anche questi articoli:

#primaelementare

#ricordidelpassato

#primeparolescritte

#ipensieriniritrovatinellamiacartella

A una foglia morta

Con l’arrivo dell’autunno si iniziano a vedere tante foglie colorate: gialle, rosse, marroni che, purtroppo, sono secche e giacciono a terra.

Molto probabilmente Leopardi ha osservato tutte le foglie che vedeva inanimate, finché una folata di vento non ne ha alzato in volo una alla quale si è ispirato per comporre la poesia A una foglia morta:

a-una-foglia-morta-poesia-di-leopardi-foto-di-susanna-albini

Il 18 ottobre 1983 la relazione che scrissi fu:

La poesia “A una foglia morta” narra del dialogo tra una foglia e l’autore.

L’autore le porge una domanda: “Dove vai povera foglia frale?”

Lei risponde: “Sono stata strappata dal ramo dal vento che mi ha portata in cima alla montagna. Vado pellegrina col vento e non so dove andrò a finire.”

Il messaggio che ci vuole dire l’autore è che la morte non fa distinzione.

A me la poesia piace molto, soltanto che è molto triste, perché parla della morte.

Ai tempi mi colpì l’aspetto più drammatico, ma oggi ne colgo anche una sensazione che mi trasmette serenità.

E’ vero che la foglia è morta, però il fatto che venga sospinta dal vento mi fa pensare, comunque, che ci sia un aspetto di tenerezza, come se si fosse accompagnati in questo nuovo “viaggio”.

Qual’è la sensazione che ti trasmette questa poesia?

Per immergerti nell’atmosfera autunnale puoi leggere anche: