Il giorno più bello delle vacanze natalizie

Con questo pensierino di terza elementare rivivo oggi come fosse allora il momento in cui ero andata in un pioppeto.

Sembrerà strano, ma ne ricordo precisamente l’allineamento delle piante e la sensazione di freddo, freddo sia per la temperatura che per l’ambiente. C’era un po’ di nebbiolina bassa e tutto sembrava inanimato e incolore.

Sei pronto a scoprire cosa ero andata a fare il primo di gennaio in un pioppeto? Andiamo…

Il pomeriggio di Capodanno sono venuti mia zia, mia cugina e mio zio.

Hanno portato un fagiano vivo; l’aveva preso mia nonna Ave nell’orto.

Era magro, ma le penne erano colorate, la testa era tutta verde e un po’ rossiccia.

Dopo siamo andati a portarlo in un pioppeto. Gli abbiamo messo a un piede un anello blu, perché mio papà quando va a caccia se lo uccide lo riconosciamo.

Noi gli lanciavamo i sassi per vedere se volava, perché era stato legato e allora camminava zoppo e un po’ saltellava.

Siamo stati un po’ a guardarlo poi siamo andati a casa.

Io mi sono divertita molto, molto, perché c’era molto bello anche se c’era tutto disabitato.

Fidenza 8 gennaio 1983

Ricordi di aver “salvato” qualche animale?

Il giorno più bello delle vacanze natalizie - pensierino di terza elementare di Susanna Albini Il giorno più bello delle vacanze natalizie - pensierino di terza elementare di Susanna Albini

#famiglia

#vacanze

#fagiano

#ipensieriniritrovatinellamiacartella

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...